Sento di condividere questo scritto della nostra Luciana come un inno “al nostro dentro*”
chi vuol capire, gioisca.
grazie Lux.
GmP et TuttiNoi a Kedos
 
. DENTRO .
Ti ho sentita. Ti ho sentita e vista, nell’incavo del braccio.
Infinita e assente, come di te, continuamente, dice lo sguardo.
Pensavo di aver perso tutto, memoria, fantasia. Ricordarti o inventarti, un modo alternativo…